Creato da pastuweb.com
Share My Page
My Social Accounts
Account FaceBook Account LinkedIn Account Twitter Account Google Plus Account Git Hub

Questi due elementi forniscono informazioni riguardanti la "bontà" del movimento in atto e sulla credibilità dell'inversione di un trend.

Volumi

Un movimento associato ad elevati volumi è sintomo di grande forza dello stesso trend. Volumi ridotti indicano una situazione di incertezza. I volumi devono seguire la direzione del trend. Un trend rialzista"/ribassista per essere tale, deve essere accompagnato anche da volumi crescenti o comunque alti. Mentre nelle fasi di consolidamento/lateralizzazione o di sempliccorrezioni, i volumi devono essere più esigui.

L'utilità dei volumi è ancora più importante nelle fasi di breakout di supporti/resistenze o di livelli di prezzo importani.

Difatti, uno dei primi segnali di debolezza di un eventuale trend rialzista o ribassista scatterà nel momento in cui osserveremo una diminuzione dei volumi scambiati. Se i volumi non seguono adeguatamente l'andamento dei prezzi, ciò significherà una minore partecipazione del pubblico all'evoluzione del trend attuale e comporterà, per i più accorti, un'automatica chiusura dell'operazione eventualmente posta in essere. I volumi risultano determinanti nell'identificare le fasi di congestione dei mercati: solitamente risultano abbastanza contenuti anche durante eventuali fasi laterali, in cui il mercato dimostra chiaramente di non avere la "forza" (ossia i volumi) per uscire dal canale laterale che sta percorrendo. Anche in questo caso, la fine della fase di congestione, sarà contraddistinta dalla presenza di volumi molto elevati, che, come sempre, confermano l'inizio di una nuova fase direzionale.

Contratti future/opzioni sia long che short (Open Interest)

rappresenta il numero di contratti future / opzioni long-short aperti in uno specifico momento temporale. L'obiettivo di questo indicatore è quello di osservare se sta enrando o uscendo denaro dal mercato. Se l' Open Interest sale durante la fase di un trend, questo è un segnale di forza del trend stesso, di contro invece rappresenterebbe un segnale di indecisione e probabile inversione.

Se in un trend vede calare velocemente l'open interest, significa che gli operatori stanno chiudendo le posizioni rispettivamente short e long significa che quel trend sta probabilmente per esaurirsi, ed è probabile attendersi un'inversione di tendenza. 

Un trend rialzista di un qualsiasi contratto derivato risulterà sostenuto da livelli crescenti di open interest, a conferma della partecipazione degli operatori al movimento in atto e delle potenzialità che possa proseguire ulteriormente garantendo ulteriori margini di profitto. Viceversa, un livello basso di open interest rappresenterà un segnale di disinteresse e scarsa partecipazione al movimento in atto, con conseguente rischio di imminente correzione del trend.

Quindi ricapitolando:

L'open interest rappresenta il numero di contratti derivati, come futures e opzioni, non ancora chiusi ad uno specifico momento temporale. Si può definire dunque come la somma di tutte le posizioni lunghe o corte aperte nel mercato in un specifico istante.

L'open interest differisce dal valore del volume giornaliero di operazioni: quest'ultimo infatti può risultare differente a seguito di operazione di day trading. Un aumento o una diminuzione dell'open interest non fornisce informazioni circa l'andamento dei prezzi ma indica solamente un rafforzamento o un indebolimento dell'attività di trading.

Esempio Open Interest (by Wikipedia):

Se un trader X compra 2 contratti future dal trader Y (che è il venditore), l'open interest cresce a 2. 

Nel caso in cui un altro trader A compri 2 contratti future da un trader B, l'open interest cresce di altri 2 quindi arriva a 4.

Ora, se il trader X chiude la sua posizione, cioè vende i suoi contratti future alla controparte Y o B, allora l'open interest si ridurrà di quella quantità. Nel caso in cui invece il trader X chiuda la sua posizione con una nuova controparte, diciamo C, l'open interest rimarrà invariato, sempre a 4, poiché, nonostante X abbia chiuso la sua posizione, la posizione di C è ancora aperta.

Articoli esterni correlati:

http://magazine.investireoggi.it/open-interest-e-volatilita-mini-corso-dalla-teoria-alla-pratica-parte-1/

http://magazine.investireoggi.it/open-interest-come-usarlo-per-fare-trading-come-indicatore-di-analisi-tecnica-mini-corso-parte-2%C2%B0/

http://www.soldionline.it/guide/analisi-tecnica/volumi-open-interest