Creato da pastuweb.com
Share My Page
My Social Accounts
Account FaceBook Account LinkedIn Account Twitter Account Google Plus Account Git Hub

Gli investimenti denominati Unit Linkedchiamati anche Polizze Vita, sono investimenti ad alto contenuto speculativo. Il denaro, cioè il premio, che is consegna al gestore(banca, compagnia d'assicurazione) viene investito in quote di fondi d'investimento, i quali possengonouna parte più o meno elevata di azioni (la % dipende dalla linea adottata: conservativa/aggressiva).

Il rednimento della polizza è così legato al rendimento del fondo; attenzione: garanzie di rendimenti minimi o di riavere indietro quanto versato non ve ne sono, a meno che non si stipuli una polizza con "cap" pagando ovviamente una spesa di gestione maggiore perchè l'istituto si deve coprire comprando derivati/strumenti strutturati e CW.

Con un fondo d'investimento, il risparmiatore investe invece direttamente il denaro per l'acquisto di quote del fondo, senza che venga fatto alcun riferimento ad una polizza vita. Anche qui garanzie di rendimenti minimi non ve ne sono. Però a differenza delle polizze vita (legate a fondi azionari o misti), il risparmiatore può decidere di investire in un fondo obbligazionario, che presenta meno rischi di uno azionario (dovrebbe) o di uno bilanciato.

Il concetto di "polizza vita" fa pensare ad un prodotto dal contenuto assicurativo, quindi di una forma di risparmio che garantisce per il futuro una rendita o la restituzione di un capitale maggiore di quello che viene versato con il premio, in realtà non è così, o meglio lo diventa se si sottoscrivono linee "cap", ovviamente più costose e con rendimenti molto bassi.

Un'altra cosa importante, possono ricadere in questa tipologia di investimento anche i PIP (Piani Individuali Pensionistici). Ho detto possono perchè, gli stessi PIP possono essere realizzati anche attraverso polizze rivalutabili (la rivalutazione della posizione è collegata a una o più gestioni interne separate) invece che essere collegata al valore delle quote di uno o più fondi detentuti dall'istituto. I PIP oltretutto hanno dei vantaggi fiscali, tipici dei Fondi Pensione, si possono dedurre dal redditto complessivo i contributi versati fino ad un massimo di 5.146,57€. Altro vantaggio dei PIP, è che trascorsi 2 anni dall'adesione, l'iscritto può richiedere il trasferimento della posizione maturata presso un'altra forma pensionistica complementare, senza sostenere oneri. All'interno di un PIP si può versare anche il TFR con il contributo del datore di lavoro.

Anche le polizze (vita) Index Linked rientrano nella categoria degli investimenti finanziari. Il valore di questi prodotti è legato all'andamento di un indice di mercato, di solito di carattere azionario. In genere oltre alla prestazione variabile (dipendente da un paniere di azioni), sono offerte anche garanzie minime di rendimento o la conservazione del capitale iniziale. La copertura degli impegni da parte delle compagnie è garantita attraverso l'acquisto di titoli così detti "strutturati" aventi prestazioni speculari a quelle offerte all'assicurato.