Creato da pastuweb.com
Share My Page
My Social Accounts
Account FaceBook Account LinkedIn Account Twitter Account Google Plus Account Git Hub

Finanza News

Il problema degli emergenti - 11 Settembre 2015 Sole24Ore

Con Cina nel caos finanziario e Russia+Brasile in recessione emerge sempre più che i Brics rischiano di diventare il nuovo capitolo della crisi finanziaria. Il primo problema degli emergenti è legato al debito, più che altro quello delle società. Il problema è che molti di questi...

Filippine conviene investire? - Settembre 2015

Filippine: è il paese asiatico meno esposto al contagio cinese. Dipendono meno sia dalla Cina che dagli investitori finanziari esteri. Solo il 10% dei bond statali sono in mano ad operatori stranieri(contro il 33% di Indonesia e Malaysia) , quindi deflussi senza traumi. Importa energia,...

MutuiOnline - Sole24Ore 6 Settembre 2015

MutuiOnline divide l'attività in due aree: la divisione broking e quella della Business processing outsourcing (Bpo) . La Bpo consiste nel gestire process a favore di banche, assicurazioni, intermediari finanziari o società di asset management su quattro differenti aree: la cessione del...

Exor vende Cushman & Wakefield a Dtz - Sole24Ore 3 Settembre 2015

La transazione garantisce a Exor, che per otto anni ha detenuto il 75% del gruppo, proventi netti per 1,278 miliardi di dollari con una plusvalenza di circa 722 milioni di dollari.   Cushman & Wakefield è una delle maggiori società al mondo nei servizi immobiliari, mentre...

Gm respinge l’idea di fusione con Fca - Sole24Ore 2 Settembre 2015

 "Il nostro management e il board hanno sempre lavorato per massimizzare il valore per gli azionisti. Dopo aver completato un approfondito esame di un possibile merger con la Fca, abbiamo concluso che l'esecuzione della nostra attuale strategia è il miglior modo per creare valore...

Debito di un emergente(azienda/Stato) in valuta estera (es: dollari) - SOle24Ore 2 Settembre 2015

Questi prestiti vengono erogati a fronte di garanzie. Maggiore sarà il valore della garanzia, maggiore sarà il prestito in dollari. Supponiamo che il prezzo della risorsa naturale che rappresenta la più importante esportazione del Paese coli a picco. Il tasso di cambio (nominale e reale) si...

Pechino, svalutazione competitiva? - 13 Agosto 2015

Il solo 2% di taglio sulla moneta cinese ha creato una disparità con le altre valute che in media sono intorno ai 23 punti base in Malesia e Thailandia, 15 per la Korea, 14 per Indonesia e 8 in India, una discrepanza che le loro economie già gravate da un alto debito, non possono...

Poste italiane - Sole24Ore 12 Agosto 2015

Poste in Borsa a ottobre, ai privati fino al 40%. L'avvio delle negoziazioni atteso il 26. E' un'Ipo di rilevanti dimensioni (il valore dovrebbe oscillare su 9-10 miliardi). Gli advisors coinvolti nell'Ipo sono consistenti. Banca Imi , BofA Merrill Lynch, Citigroup, Mediobanca ,...

Ocse e crescita italiana - Sole24Ore 11 Agosto 2015

La crescita italiana si rafforzerà. Notizia arrivata ieri dall'Ocse, che ha diffuso i dati del suo indice. L'indicatore , che prende in considerazione una variegata serie di parametri (dagli ordini delle imprese al mercato finanziario e azionario, passando per le indagini sul clima di...

Emergenti, Spagna, Tokyo, Russia - Sole24Ore 8 Agosto 2015

Emergenti India e Taiwan sono al riparo, più esposti invece Turchia, Brasile, Indonesia, Sud Africa, Russia e Colombia. Poi ci sono i produttori di commodity colpiti dal significativo crollo nei prezzi delle materie prime, come Russia e Colombia che restano sotto...
Showing 1 - 10 of 61 results.
Items per Page 10
of 7

Sole24Ore week-end MY NOTES

Plus24 - 18 Luglio 2015

Gli Etf superano il test per l'investimento in Cina. L'investimento nel mercato azionario cinese non è semplice viste le diverse categorie di azioni. La distinzione principale è tra azioni Classe A-B (trattate a Shanghai e Shenzhen, in valuta locale, che gli investitori esteri possono acquistare tramite Hong Kong ma con limiti e quote) e Classe H (Società registrate in Cina e quotate ad Hong Kong in dollari locali). Sebbene alcune azioni contenute nel benchmark siano state sospese, l'Etf di Deutsche Asset & Wealth Management che replica fisicamente un indice di A-shares (quelle quotate a Shenzen e Shangai) ha continuato a negoziare regolarmente sul mercato secondario, ossia in Borsa ed Otc, realizzando anche volumi consistenti. Chiaramente lo spread bid-ask è aumentato come conseguenza dell'elevata volatilità giornaliera del sottostante, ma c'è ancora molta liquidità nel mercato di riferimento. L'Etf sulle azioni cinesi di classe A continua a operare in maniera abituale nel mercato primario e secondario e rappresenta un mezzo utile di price discovery. Chi detiene Etf ha ancora accesso alla liquidità grazie all'ulteriore livello di difesa che i market makers forniscono continuando a quotare gli Etf sulle A Share in questo mercato volatile.

Le azioni di Hong Kong hanno ancora piú appeal visto il calo delle settimane scorse ma l'esposizione su questo listino deve però avvenire con estrema prudenza anche perché il flusso di notizie macro dalla Cina non incentiva ancora un eccesso di ottimismo. In termini di rapporto prezzo/utili i valori si sono sgonfiati ma ci sono ancora spazi per una correzione dei prezzi del 10-15%.

Effetto Consob sui titoli del risparmio gestito.
Anima e Fineco sono le società meno esposte al nodo delle commissioni di incentivo. Le società più esposte a performance fees con assets in Irlanda e/o Lussemburgo sono Azimut, Banca Generali (circa il 20% delle revenues) e Mediolanum (12%), mentre Anima e Fineco non sono esposte a rischi di eventuali modifiche.

Settore tecnologico, in alcune aree come i semiconduttori o i pagamenti on-line offre prospettive rosee. I settori più in difficoltà sono le assicurazioni, a causa dei bassi tassi d'interesse, gli industriali globali, esposti al rallentamento cinese, e le utilities che soffrono di capacità in eccesso. 

Moncler, grazie ad un'attenta politica di espansione geografica del brand e ad una gestione molto accurata delle consegne ai distributori che gli consente di evitare sconti, sta producendo crescite organiche superiori al 20%.Il titolo ha testato i 15 euro, ora i prezzi dovranno però lasciarsi alle spalle il picco del 25 giugno a 17,54 euro, per poter inviare un segnale di ripresa credibile. Probabile in tal caso un nuovo impulso rialzista che renda possibile il raggiungimento di nuovi record assoluti a 19 euro, con obiettivo intermedio sui massimi attuali a quota 18,11, toccati a metà maggio. Oltre quota 19 via libera poi verso 20 euro. Lo scenario rialzista verrebbe invece compromesso in caso di discese al di sotto di area 15, preludio alla ricopertura dell'ampio gap lasciato aperto ad inizio marzo a 13,45 euro.

Tra le posizioni che si preferiscono in campo finanziario, si menziona Mediobanca e Anima dove ci si aspetta un miglioramento della qualità del credito, una continua crescita di domanda di prodotti d'investimento e il consolidamento del settore bancario italiano.

Cile
Buoni tassi di crescita e un'economia che ha sempre mostrato una certa solidità anche nei momenti di maggiore difficoltà sistemica per gli emergenti. Tassi di disoccupazione limitati al massimo a poco più del 6% e un'inflazione abbastanza elevata, ma tipica delle economie emergenti in crescita. Il bilancio dello stato appare in equilibrio con un deficit in costante riduzione negli ultimi anni e stimato poco sotto lo zero alla fine di quest'anno. Il buono stato di salute delle finanze pubbliche permette al paese di fregiarsi di un'ottima valutazione creditizia, mediamente intorno alla AA dalle tre differenti agenzie di rating. Il mercato obbligazionario locale è abbastanza sviluppato e non mancano le singole emissioni sia in valuta locale che in valute forti (dollari Usa ed euro) dove però si possono ottenere rendimenti inferiori rispetto alle emissioni in valuta locale. Il mercato azionario cileno in più di un'occasione è riuscito a sovra-performare i benchmark emergenti. La composizione dell'indice può essere considerata infatti più difensiva dell'indice globale anche se offre in questo momento una valutazione leggermente superiore in termini di rapporto tra prezzo e utili delle aziende quotate. Le prospettive sono comunque positive, soprattutto se verranno rispettate le attese di utili.