Creato da pastuweb.com
Share My Page
My Social Accounts
Account FaceBook Account LinkedIn Account Twitter Account Google Plus Account Git Hub

Finanza News

Il problema degli emergenti - 11 Settembre 2015 Sole24Ore

Con Cina nel caos finanziario e Russia+Brasile in recessione emerge sempre più che i Brics rischiano di diventare il nuovo capitolo della crisi finanziaria. Il primo problema degli emergenti è legato al debito, più che altro quello delle società. Il problema è che molti di questi...

Filippine conviene investire? - Settembre 2015

Filippine: è il paese asiatico meno esposto al contagio cinese. Dipendono meno sia dalla Cina che dagli investitori finanziari esteri. Solo il 10% dei bond statali sono in mano ad operatori stranieri(contro il 33% di Indonesia e Malaysia) , quindi deflussi senza traumi. Importa energia,...

MutuiOnline - Sole24Ore 6 Settembre 2015

MutuiOnline divide l'attività in due aree: la divisione broking e quella della Business processing outsourcing (Bpo) . La Bpo consiste nel gestire process a favore di banche, assicurazioni, intermediari finanziari o società di asset management su quattro differenti aree: la cessione del...

Exor vende Cushman & Wakefield a Dtz - Sole24Ore 3 Settembre 2015

La transazione garantisce a Exor, che per otto anni ha detenuto il 75% del gruppo, proventi netti per 1,278 miliardi di dollari con una plusvalenza di circa 722 milioni di dollari.   Cushman & Wakefield è una delle maggiori società al mondo nei servizi immobiliari, mentre...

Gm respinge l’idea di fusione con Fca - Sole24Ore 2 Settembre 2015

 "Il nostro management e il board hanno sempre lavorato per massimizzare il valore per gli azionisti. Dopo aver completato un approfondito esame di un possibile merger con la Fca, abbiamo concluso che l'esecuzione della nostra attuale strategia è il miglior modo per creare valore...

Debito di un emergente(azienda/Stato) in valuta estera (es: dollari) - SOle24Ore 2 Settembre 2015

Questi prestiti vengono erogati a fronte di garanzie. Maggiore sarà il valore della garanzia, maggiore sarà il prestito in dollari. Supponiamo che il prezzo della risorsa naturale che rappresenta la più importante esportazione del Paese coli a picco. Il tasso di cambio (nominale e reale) si...

Pechino, svalutazione competitiva? - 13 Agosto 2015

Il solo 2% di taglio sulla moneta cinese ha creato una disparità con le altre valute che in media sono intorno ai 23 punti base in Malesia e Thailandia, 15 per la Korea, 14 per Indonesia e 8 in India, una discrepanza che le loro economie già gravate da un alto debito, non possono...

Poste italiane - Sole24Ore 12 Agosto 2015

Poste in Borsa a ottobre, ai privati fino al 40%. L'avvio delle negoziazioni atteso il 26. E' un'Ipo di rilevanti dimensioni (il valore dovrebbe oscillare su 9-10 miliardi). Gli advisors coinvolti nell'Ipo sono consistenti. Banca Imi , BofA Merrill Lynch, Citigroup, Mediobanca ,...

Ocse e crescita italiana - Sole24Ore 11 Agosto 2015

La crescita italiana si rafforzerà. Notizia arrivata ieri dall'Ocse, che ha diffuso i dati del suo indice. L'indicatore , che prende in considerazione una variegata serie di parametri (dagli ordini delle imprese al mercato finanziario e azionario, passando per le indagini sul clima di...

Emergenti, Spagna, Tokyo, Russia - Sole24Ore 8 Agosto 2015

Emergenti India e Taiwan sono al riparo, più esposti invece Turchia, Brasile, Indonesia, Sud Africa, Russia e Colombia. Poi ci sono i produttori di commodity colpiti dal significativo crollo nei prezzi delle materie prime, come Russia e Colombia che restano sotto...
Showing 1 - 10 of 61 results.
Items per Page 10
of 7

Sole24Ore week-end MY NOTES

Plus24 - 11 Luglio 2015

I migliori P/E , Yield % e ROE % medi del 2015 sui TITOLI BANCARI:

Banca Generali
P/E = 17,3 Yield = 4,03% ROE = 37,62
Bpm
P/E = 15,9 Yield = 2,70 ROE = 5,04
Banco Popolare
P/E = 14,1  Yield = 1,75 ROE = 4,30
Credem
P/E = 12 Yiled = 2,99 ROE = 8,08
Mediobanca
P/E = 12,3 Yield = 2,81 ROE = 6,93
Intesa San Paolo
P/E = 15,3 Yield = 4,10 ROE = 7,03
Ubi
P/E = 17,2 Yield =  2,17 ROE = 3,44
Unicredit
P/E = 12,1 Yield = 2,78 ROE = 5,13

Gli occhi di tutti gli analisi sono puntati non solo sull'andamento delle banche nel breve termine, condizionato dalle crisi greca e cinese e da fattori regolamentari, ma soprattutto sulle aspettative dei titoli nel medio e lungo periodo:

  • UniCredit (rating buy, target price di 7.7 euro) è interessante per gli effetti che il quantitative easing dovrebbe avere nel generare una ripresa economica in Italia e in Europa. Inoltre altri importanti elementi di upside specifici per la banca derivano dalle iniziative di riduzione del rischio e di miglioramento in Italia, dalla ristrutturazione in corso in Germania e in Austria, dal focus sull'asset management e dall'ulteriore riduzione dei costi. Gli analisti ipotizzano un core tier 1 ratio del 10% a fine 2015 con valutazioni attraenti in termini di utili attesi al 2017.

 

  • Banco Popolare (rating buy, target price 17.6 euro) a renderla attraente è il potenziale di ristrutturazione, ora che l'aumento di capitale e la pulizia di bilancio sono stati eseguiti. L'istituto ha ancora un alto stock di crediti problematici, ma le nuove regole italiane che velocizzeranno i pignoramenti dovrebbero sostenere le cessioni di non performing loans (Npl). Sarà però importante che la banca migliori il suo payout, visto che il capitale in eccesso sarà utilizzato per giocare la propria partita nella prossima tornata di aggregazioni tra le Popolari.


High Yield interessanti nei settori tlc e media
outlook positivo su Regno Unito e Polonia, che hanno retto bene rispetto al quadro economico europeo particolarmente sfidante. Nel primo trimestre è continuato tra le società high yield il trend di acquisizioni complesse soprattutto nel comparto dei media e delle telecomunicazioni, con l'obiettivo di diversificare l'offerta di servizi e ampliare la presenza geografica. Le sinergie legate alle M&A e i miglioramenti del credito continueranno a dare i loro frutti nei prossimi anni e per questo sovrappesiamo le società di telecomunicazione.