Creato da pastuweb.com
Share My Page
My Social Accounts
Account FaceBook Account LinkedIn Account Twitter Account Google Plus Account Git Hub

Finanza News

Il problema degli emergenti - 11 Settembre 2015 Sole24Ore

Con Cina nel caos finanziario e Russia+Brasile in recessione emerge sempre più che i Brics rischiano di diventare il nuovo capitolo della crisi finanziaria. Il primo problema degli emergenti è legato al debito, più che altro quello delle società. Il problema è che molti di questi...

Filippine conviene investire? - Settembre 2015

Filippine: è il paese asiatico meno esposto al contagio cinese. Dipendono meno sia dalla Cina che dagli investitori finanziari esteri. Solo il 10% dei bond statali sono in mano ad operatori stranieri(contro il 33% di Indonesia e Malaysia) , quindi deflussi senza traumi. Importa energia,...

MutuiOnline - Sole24Ore 6 Settembre 2015

MutuiOnline divide l'attività in due aree: la divisione broking e quella della Business processing outsourcing (Bpo) . La Bpo consiste nel gestire process a favore di banche, assicurazioni, intermediari finanziari o società di asset management su quattro differenti aree: la cessione del...

Exor vende Cushman & Wakefield a Dtz - Sole24Ore 3 Settembre 2015

La transazione garantisce a Exor, che per otto anni ha detenuto il 75% del gruppo, proventi netti per 1,278 miliardi di dollari con una plusvalenza di circa 722 milioni di dollari.   Cushman & Wakefield è una delle maggiori società al mondo nei servizi immobiliari, mentre...

Gm respinge l’idea di fusione con Fca - Sole24Ore 2 Settembre 2015

 "Il nostro management e il board hanno sempre lavorato per massimizzare il valore per gli azionisti. Dopo aver completato un approfondito esame di un possibile merger con la Fca, abbiamo concluso che l'esecuzione della nostra attuale strategia è il miglior modo per creare valore...

Debito di un emergente(azienda/Stato) in valuta estera (es: dollari) - SOle24Ore 2 Settembre 2015

Questi prestiti vengono erogati a fronte di garanzie. Maggiore sarà il valore della garanzia, maggiore sarà il prestito in dollari. Supponiamo che il prezzo della risorsa naturale che rappresenta la più importante esportazione del Paese coli a picco. Il tasso di cambio (nominale e reale) si...

Pechino, svalutazione competitiva? - 13 Agosto 2015

Il solo 2% di taglio sulla moneta cinese ha creato una disparità con le altre valute che in media sono intorno ai 23 punti base in Malesia e Thailandia, 15 per la Korea, 14 per Indonesia e 8 in India, una discrepanza che le loro economie già gravate da un alto debito, non possono...

Poste italiane - Sole24Ore 12 Agosto 2015

Poste in Borsa a ottobre, ai privati fino al 40%. L'avvio delle negoziazioni atteso il 26. E' un'Ipo di rilevanti dimensioni (il valore dovrebbe oscillare su 9-10 miliardi). Gli advisors coinvolti nell'Ipo sono consistenti. Banca Imi , BofA Merrill Lynch, Citigroup, Mediobanca ,...

Ocse e crescita italiana - Sole24Ore 11 Agosto 2015

La crescita italiana si rafforzerà. Notizia arrivata ieri dall'Ocse, che ha diffuso i dati del suo indice. L'indicatore , che prende in considerazione una variegata serie di parametri (dagli ordini delle imprese al mercato finanziario e azionario, passando per le indagini sul clima di...

Emergenti, Spagna, Tokyo, Russia - Sole24Ore 8 Agosto 2015

Emergenti India e Taiwan sono al riparo, più esposti invece Turchia, Brasile, Indonesia, Sud Africa, Russia e Colombia. Poi ci sono i produttori di commodity colpiti dal significativo crollo nei prezzi delle materie prime, come Russia e Colombia che restano sotto...
Showing 1 - 10 of 61 results.
Items per Page 10
of 7

Sole24Ore week-end MY NOTES

Sole24Ore - 13 Luglio 2015

Fino ad aprile, grazie al quantitative easing della Bce, i rendimenti dei bond sovrani sono rimasti vicino allo zero favorendo l'acquisto di asset più rischiosi. Da metà aprile la tensione sui tassi, con il Bund decennale passato in poche settimane dallo 0,1% all'1%, ha provocato un sell off sui bond alimentando nervosismo sull'equity. 

Bisogn valutare se puntare sull'equity o sul reddito fisso. La prima regola è comunque diversificare sempre, ma quale asset class sovrappesare non è così scontato anche perché la correlazione tra bond ed equity, per effetto dei massicci interventi della Bce, è diventata positiva rendendo ancora più difficile impostare i portafogli. 

Sull'azionario c'è nervosismo ma secondo uno studio di Morgan Stanley il profilo rischio/rendimento per l'azionario europeo è ancora positivo. Punta sul finanziario e crede che la periferia potrà beneficiare del rimbalzo dopo il sell off. Italia e Spagna le preferite. 

Il mercato azionario europeo è sicuramente interessante ma con selettività. Non basta più guardare solo il semplice P/E dele azioni: meglio puntare sui singoli settori. Di sicuro i finanziari italiani sono sottovalutati anche se la dinamica per una piena ripresa della redditività procede a rilento con i tassi così bassi. Gli industriali, in Europa, sono correttamente valutati e bisogna aspettare nuove indicazioni sulla crescita europea per rivedere le prospettive.

Stiamo entrando nella piena stagione estiva, periodo incerto sui mercati azionari, la liquidità si riduce e il rischio volatilità resta elevato. Gli indici azionari faticano a prendere una direzionalità precisa. Da non sottovalutare che settembre è statisticamente il peggiore dell'anno in termini di performance. 

Quale può essere un livello interessante per i rendimenti obbligazionari? il Bund sotto l'1% è più uno strumento da istituzionali che da retail. Ha poco senso investire in uno strumento che rende l'1% a 10 anni ipotizzando che in questo lasso temporale, per effetto della Bce, l'inflazione salirà ben oltre questo livello. Anche il BTp poco sopra il 2% non è particolarmente allettante per il lungo termine visto che il 2% è il target Bce. Con ritorni verso il 3%, l'appeal sarebbe maggiore e le ripercussioni sull'azionario sarebbero tutt'altro che benigne.

Cina: il crollo del mercato azionario cinese, e successivo rimbalzo, dopo un rally del 150%, che tra inizio anno e il 12 giugno aveva segnato +60%, nell'ultimo mese l'indice A-Share della Borsa di Shanghai ha perso il 35%. Nonostante il recupero, l'indice Shanghai Composite è in pesante calo da metà giugno. Il mercato ha perso una capitalizzazione di circa 1.500 miliardi di euro, quasi la metà della Borsa di Londra. Nonostante lo scrollone, Shanghai resta in attivo del 70% dai minimi. 
Gli analisti ritengono che gli effetti sulla Cina dovrebbero essere limitati, visto il peso della Borsa sulla ricchezza privata locale e l'assenza di correlazioni tra crescita dell'azionario e i consumi nella Repubblica popolare. Le previsioni di crescita del Pil cinese restano al 6,8% per il 2015, basse rispetto al passato ma non a quelle di altri Paesi (negli Usa per il 2015/16 il Gnp dovrebbero segnare +2,8%). Se la Borsa cinese si stabilizzerà, la frenata di materie prime, energia e industriali che ha colpito Wall Street dovrebbe rientrare. Più che sul singolo titolo a chi intende cercare di avvantaggiarsi di un rimbalzo convengono strumenti come i fondi comuni o, per chi intende puntare piccole somme, Etf specializzati.