Creato da pastuweb.com
Share My Page
My Social Accounts
Account FaceBook Account LinkedIn Account Twitter Account Google Plus Account Git Hub

Finanza News

« Back

MutuiOnline - Sole24Ore 6 Settembre 2015

MutuiOnline divide l'attività in due aree: la divisione broking e quella della Business processing outsourcing (Bpo). La Bpo consiste nel gestire process a favore di banche, assicurazioni, intermediari finanziari o società di asset management su quattro differenti aree: la cessione del Quinto; le assicurazioni; l'asset management; i prodotti di finanziamento o i mutui retail.
Nell'area broking convergono le attività nel mercato della distribuzione di prodotti (più che altro servizi di comparazione) di finanziamento e assicurativi. E poi, la promozione di operatori e-commerce.

Nel Bpo, nel momento in cui il prestito è erogato, il gruppo acquisisce una commissione. In questo caso MutuiOnline svolge un'attività operativa. Nel Broking, invece, la società fa da intermediario e viene pagata solo se c'è la stipula del mutuo. 

Alla fine del 2014 il peso dell'attività di Bpo sui ricavi era del 63% mentre il broking valeva il 37%. Adesso, però, la situazione va riequilibrandosi, si assiste alla ripresa del credito grazie alla maggiore disponibilità ad erogare prestiti da parte delle banche. Alla fine del primo semestre 2015, i ricavi di MutuiOnline (in rialzo del 70% rispetto a un prima) sono stati generati per il 44,5% dalla divisione broking e il restante dal Bpo, una ripartizione che potrebbe mantenersi sul medio periodo.

Il margine operativo (Ebit in rapporto sui ricavi) è salito al 27% a fronte del 20,6% fatto segnare un anno fa. 

MutuiOnline è un'azienda che, a differenza di molte altre, ha sviluppato il business nel mercato domestico. Senza cercare un'articolazione internazionale, quetso può essere un limite alla crescita dell'attività. La giusta strategia è quella di gestire al meglio il business in Italia. Un mercato dove, sfruttando il fatto di essere riconosciuti leader di settore, gli spazi di crescita ci sono. I crediti commerciali sono aumentati nell'ultimo semestre del 45,5%(è l'indizio della difficoltà dei clienti nel pagare i propri debiti). Secondo MutuiOnline, è vero che i crediti commerciali, e lo stesso capitale circolante netto, sono saliti ma molto meno dei ricavi. 

Da gennaio il titolo è passato da un'area poco sotto i 5 euro fino a raggiungere gli 8,2 euro durante lo scorso aprile. Un movimento molto netto, senza correzioni, che ha poi lasciato spazio all'inevitabile fase di consolidamento sui 7 euro che è stata testata più volte con successo tra maggio e luglio. Alcuni analisti indicano il rischio, per lo sviluppo del business, legato alla possibile re-introduzione della penale per l'estinzione anticipata del mutuo, però si tratta di una direttiva europea che deve essere ancora approvata in Italia. I costi, nel primo semestre del 2015, sono aumentati. l'incremento che si rileva nella prima metà del 2015 da un lato è conseguenza del fatto che c'è il consolidamento di «Trovaprezzi.it»; e, dall'altro, che si tratta di normali investimenti per sfruttare al meglio il trend di crescita. 

Alla fine del primo semestre 2015 la Posizione finanziaria netta del Gruppo è in rosso di 24 milioni. Al 31 dicembre 2014 la Pfn al contrario era positiva per 14,6 milioni. Sembra che che la causa sia il pagamento dei dividendi e dell'acquisizione della partecipazione di maggioranza in 7Pixel proprietaria del portale «Trovaprezzi.it». 


Sole24Ore week-end MY NOTES

Sole24Ore - 11 Settembre 2015

La Cina è pronta a lanciare entrò fine 2015 una nuova piattaforma in yuan per i future sul greggio. La nuova piattaforma è destinata a diventare un rivale globale del Brent(Londra) e Wti(Texas/USA). La nuova piattaforma punta ad aumentare il ruolo della Cina nel fissaggio dei prezzi del...

Sole24Ore - 1 Settembre 2015

Cina : Lo Standing Committee ha approvato la richiesta del Consiglio di Stato di applicare un tetto alla spesa degli enti locali. I responsabili del debito sono e devono essere solo gli enti locali. Così la Cina, finalmente, applicherà un limite alla crescita smodata del debito di municipi...

Sole24Ore - 15 Agosto 2015

Crescita europea Aprile-Giugno, il pil dell'area è risultato superiore dello 0,3% rispetto ai tre mesi precedenti. Nel primo trimestre era cresciuto dello 0,4 per cento. Grazie al contributo delle esportazioni che la debolezza dell'euro ha sostenuto le esportazioni mentre le...

Sole24Ore - 12 Agosto 2015 - Cina e deprezzamento yuan

Dopo il tracollo della Borsa di Shanghai e i segnali di rallentamento dell'economia è arrivata ieri la mossa a sorpresa sulla valuta. La Banca centrale della Repubblica Popolare, che governa le fluttuazioni dello yuan (o renmimbi) fissando un tasso di cambio rispetto al dollaro, ha abbassato...

Sole24Ore - 14 Agosto 2015

Generali e Intesa insieme in Est-Europa Possibilità di rinnovare un asse già esistente in Slovacchia e di allargarlo alla Repubblica Ceca. L'intesa si svilupperebbe principalmente nel settore vita.   L'idea sarebbe quella di definire un'intesa volta a sfruttare ogni plausibile...

Sole24Ore - 11 Agosto 2015

FCA aumenta le vendite a luglio nei principali mercati ma perde leggermente quota per effetto del calo in Brasile. Continuano invece le notizie positive dall'Europa e dagli Stati Uniti. Il rallentamento cinese impatta su Bmw e Volkswagen, il Brasile non frena l'utile Fca . Banca...

Sole24Ore - 31 Luglio 2015

Usa  il Pil nel secondo trimestre registra un aumento del 2,3% annuo, inferiore alle previsioni (2,7%). L'andamento del semestre gennaio-giugno è rimasto debole, pari all'1,5%, inferiore al già men che robusto 1,9% dello stesso periodo dell'anno scorso.  L'inflazione,và al ritmo...

Sole24Ore - 30 Luglio 2015

Vivendi , altra mossa in Europa, con l' ingresso in Telefonica con l'1% Dopo il 14,9% di Telecom Italia il gruppo sbarca anche in Spagna. La priorità è certo quella di creare un colosso europeo, e mondiale, dei contenuti. Ma l'altra direzione della crescita è quella della...

Sole24Ore 25-26 Luglio 2015

25 Luglio Fca : A scorporo avvenuto, Ferrari avrà una posizione finanziaria negativa derivante dall'insieme delle transazioni con Fca. Fca vedrà invece ridursi il suo debito netto di almeno un paio di miliardi di euro. Sogefi (componenti per auto) torna in utile nel...

Sole24Ore - 24 Luglio 2015

L' Ipo avvicina Fiat all'Asia: senza Ferrari più basso il valore di Fca, più facili le fusioni.  Valore indicativo della "rossa", nelle previsioni del ceo del gruppo Sergio Marchionne: 10 miliardi. Ma potrebbe facilmente rivelarsi una stima conservativa, dal momento che l'Ipo...
Showing 1 - 10 of 75 results.
Items per Page 10
of 8