Creato da pastuweb.com
Share My Page
My Social Accounts
Account FaceBook Account LinkedIn Account Twitter Account Google Plus Account Git Hub

Quando vengono presentati i risultati trimestrali spesso si nota che le reazioni dei mercati su un determinato titolo non sono legate al valore dell' Utile Netto(Net Incomeo Bottom-Line), quanto più che altro a quelli del Fatturato (Sales o Top-Line).

L'analisi del fatturato è molto importante per le aziende che sono da anni in perdita: il fatturato permette di capire se qualcosa nel business all'interno dell'azienda sta cambinado. Se il fatturato è in crescita allora magari si potrebbe poi tradurre in un incremento dell'utile netto.

Per le aziende più profittevoli si osserva che l'Utile Netto è pari al 5-10% del Fatturato.

SPS (Sales Per Share) è il fatturato attribuile a ciascuna azione, si ottiene dividendo il fatturato per il numero di azioni in circolazione.

EPS = j * SPS

j = è la percentuale di fatturato che si traduce in utile netto

La formula che lega il prezzo dell'azione all'EPS (con un pay-ratio al 50%) è:

P = 1/2 * (EPS/i)

i = tasso d'interesse di un investimento con zero rischio (o comunque molto basso)

P = 1/2 * (j*SPS/i) = 1/2 * (j/i) * SPS

P/SPS = 1/2 * (j/i) ----> chiamato anche Price on Sales

In situazione normali, cioè con tassi d'interesse al 3% e utili pari al 6% del fatturato, il P dovrebbe essere uguale a SPS.

Un altra importante formula è la seguente:

P*Shares = 1/2 * (j/i) * SPS*Shares

Shares = numero di azioni

P*Shares  è la capitalizzazione dell'azienda

SPS*Shares è il fatturato dell'azienda

Capitalizzazione = 1/2 * (j/i) * Fatturato. Quindi la capitalizzazione dovrebbe essere all'incirca pari al valore del fatturato che l'azienda produce in un anno (j=6% e i=3%).

Grazie a quest'ultima formula si individuano da subito quell'aziende che sono sopravalutate o sottovalutate.

Quindi per esmpio un'azienda che ha un capitalizzazione molto inferiore al fatturato è da considerarsi sottovalutata, perchè a grandi linee la Capitalizzazione dovrebbe essere molto vicina al valore del Fatturato. Inoltre una situazione di questo genere giustifica il basso P/E che conferma l' underestimation.

L'analisi del fatturato è un buon strumento perchè permette di valutare anche le aziende che sono in perdita da anni che di sicuro scartiamo perchè il P/E sarebbe negativo ma il P/S avrebbe un valore significativo perchè il fatturato non può essere negativo.

E' vero però che se un azienda ha un ottimo fatturato (P/S significativo) ma non riesce a ridurre i costi (quindi P/E negativo) per tradurlo in utile netto e quindi ritorno per un azionista dovrebbe in teoria essere scartata dal futuro investimento. Il P/E su una media di 5-10 anni è quasi sempre il parametro più efficace nel determinare la misura della sottovalutazione dell'azienda, perchè descrive quello che effettivamente può ritornare all'azionista.