Creato da pastuweb.com
Share My Page
My Social Accounts
Account FaceBook Account LinkedIn Account Twitter Account Google Plus Account Git Hub

L'opinione pubblica non perde occasione per criticare l'attività delle agenzie di rating, che non avrebbero saputo valutare e prevedere, la bancarotta e crack internazionali, come per esempio: la Parmalat, la Cirio e la Lehman Brothers.

Centinaia di migliaia di risparmiatori che avevano investito in una AAA ma che di fatto era solo spazzatura, si sono ritrovati in mano carta straccia.

Gli studi legali che si sono occupati di questa vicende, NON hanno puntato il dito sulle banche o sulle società MA sulle agenzie di rating che hanno emesso i giudizi dopo le "accurate" analisi. I portavoce delle agenzie hanno risposto che il lavoro delle squadre di analisti viene svolto su una serie nutrita di dati, anche pubblici, il cui accesso è garantito dal committente. Sta proprio qua il problema.

Gli studi e i giudizi vengono commissionati dagli Stati o dalle società che emettono le obbligazioni e NON da coloro che invece vogliono acquistarle e che sono interessati a sapere dove finiscono i loro soldi. Chi paga le agenzie di rating è oggi colui che viene radiografato dagli analisti.

Dopo la crisi dei sub-prime, le agenzie hanno rivisto gli algoritmi e le metodologie di giudizio ma niente è cambiato. Il nucleo del problema è il CONFLITTO DI INTERESSI. Le agenzie di rating non funzionano come terze parti indipendenti, ma sono spesate da chi commissiona la loro attività di rating.

Trasparenza e Affidabilità

Perchè le agenzie di rating NON COMUNICANO al pubblico le loro metodologie?

Le agenzie hanno risposto: "Il rating è un materia che si studia all'università ed è lì che si possono trovare manuali e dispense utili a questo scopo". Ma non è lo standard, quanto la personalizzazione dei criteri che merita attenzione. Non risulta che le agenzie di rating comunichino gli aggiornamenti delle loro attrezzature metodolgiche alla Econometric Society, l'associazione internazionalecon base strategica alla New York University che raccoglie tutti gli studi su modelli economici ed econometrici.

Quindi viene da farsi una domanda, chi controlla la veridicità e la correttezza delle agenzie di rating?

Nessuno sa dire con precisione come siano costruiti i criteri "personalizzati" con cui le agenzie misurano il rischio di debito di un paese o di un'impresa.

Average (1 Vote)
The average rating is 5.0 stars out of 5.